skip to Main Content

Firenze, 27 giugno 2000

C’E’ VIDEOPOSTA PER TE:
IL PRIMO SERVIZIO DI VIDEOMESSAGGISTICA ON LINE
OFFERTO DA CHL IN PARTNERSHIP CON E-WORKS

Si chiama videoposta ed é il primo servizio di videomessaggistica per gli utenti del web. Si tratta di un’idea semplice ma potente:in soli tre click é possibile comunicare in video con la propria faccia, la voce, i gesti, in definitiva con tutto ciò che manca alla posta elettronica.

Da mercoledi’ 28 giugno, per inviare videomessaggi basta avere una connessione ad Internet, una webcam, il plug-in di videoposta? ed iscriversi al portale che offre il servizio; il primo che lo propone in Italia é CHL (www.chl.it).

Con il sistema di videoposta si possono inviare e ricevere messaggi in video e anche solo in audio, senza lunghe attese, senza dover essere esperti di computer e soprattutto senza ingombranti attachment da scaricare.
Fino ad oggi le videomail non hanno avuto successo perché i sistemi erano complessi, producevano file pesanti e di scarsa qualità, invece videoposta? é un plug-in che si installa ed autoconfigura senza richiedere all’utente nozioni specifiche, si basa sulla tecnologia di streaming video che evita tempi di attesa e problemi legati alla dimensione della mailbox.

La società che ha ideato, sviluppato e che gestisce il servizio si chiama E-WORKS (www.e-works.it), ha sede a Modena ed é stata fondata da Stefano Spattini e Romolo Ferorelli.
Stefano Spattini, fondatore e amministratore delegato di E-WORKS spiega perché é un sistema rivoluzionario:” Videoposta é la nuova posta elettronica. Crediamo che la videocomunicazione sia la modalità standard di comunicazione del futuro, videoposta anticipa questo futuro ponendosi non come una promessa di tecnologia ma come una realtà: é la videomessaggistica oggi, per tutti”.

CHL, il portale tecnologico di riferimento in Italia, e’ nella fase finale di acquisizione di una quota del 25% nella societa’ E-WORKS; l’acquisizione verra’ finalizzata nei prossimi giorni, ed in tale occasione ne verra’ data notizia al mercato.

Stefano Bargagni, presidente e fondatore di CHL, ha dichiarato: “L’avvento della larga banda portera’ alla possibilita’ realistica di ottenere una buona qualita’ audio e video su Internet. CHL, confermandosi ancora una volta first mover, grazie alla tecnologia E-WORKS attivera’ fin d’ora, prima ancora dell’avvento della larga banda, uno streaming audio e video di qualita’ sull’attuale banda Internet. Il valore strategico della partecipazione in E-WORKS consiste proprio nell’offrire gia’ oggi quegli strumenti che possono completare in maniera ottimale la nostra offerta nei campi didattico e dell’advertising, che per la nostra natura di portale sono centrali”.

CHL si pone nel mondo di Internet come uno dei principali punti di riferimento per gli appassionati di tecnologia in Italia. Il sito www.chl.it, che presenta al 30.4.2000 circa 400.000 utenti registrati, raccoglie uno spettro di attività che spaziano dall’e-commerce di prodotti di Information & Communication Technology, all’informazione specialistica e al monitoraggio di nuove tendenze, dalla diffusione di cultura tech, ai temi della formazione on line e del mondo del lavoro più in generale.
Sulla scorta degli 84,5 miliardi di lire di fatturato dell’esercizio ’99, CHL è oggi un sito che ha conquistato una posizione di assoluto rilievo in Italia nell’e-commerce.

L’attività di CHL, nata nel 1993 in un garage di Firenze dove tre dei quattro soci fondatori assemblavano PC, approda sulla Rete già nel ’95, anno di nascita del sito www.chl.it. Da allora le vendite on line sperimentano una crescita esponenziale, con particolare accelerazione nelle aree nelle quali vengono aperti i Popitt (Point of presence in the territory, oggi pari a 33 unità), punti nei quali gli utenti ricevono assistenza nella navigazione e possono pagare e ritirare i loro acquisti. Il successo è tanto promettente che nel corso del ’99 CHL si focalizza esclusivamente sul canale del commercio elettronico. Nel settembre ’99, poi, il management della Società mette in atto una seconda mossa strategica, ampliando la gamma dell’offerta –
sino a quel momento limitata a PC a marchio proprio assemblati on demand e alla relativa componentistica – fino a comprendere i prodotti delle principali marche. Con l’arricchimento continuo non solo di prodotti, ma anche di “content” e di servizi, entra nel vivo il profilo di portale verticale ICT: l’interazione con la community si allarga perciò per nuovi temi, prodotti e servizi proposti.
Viene siglato, nel marzo del 2000, un contratto di concessione in esclusiva a SMA punto Net per la raccolta di spazi pubblicitari sul sito www.chl.it. Sempre in marzo, infine, CHL lancia il nuovo servizio SMShop: è una delle prime esperienze in Italia di m-commerce, che utilizza tecnologia SMS. Ad aprile, CHL annuncia l’accordo con Mail Boxes Etc. per l’estensione della sua presenza territoriale nei punti MBE.

La presenza su Internet fin dal 1995 ha permesso a CHL, come first mover del settore, di sviluppare tecnologie proprietarie alla base di tutti i propri processi di gestione interna, in grado di assicurare ottime performance anche in presenza di elevati volumi di traffico. Altro vero punto di forza della Società è l’efficienza nella consegna e nel servizio al cliente, dovuti all’estrema flessibilità della struttura: assemblaggio, logistica, assistenza, call center sono infatti organizzati in outsourcing.

CHL offre interessanti opportunità ai distributori e produttori del settore ICT: in primis di raggiungere un ampio bacino di utenti, attraverso una “vetrina” che sta riscontrando sempre maggiore interesse, senza che essi debbano costruirsi una propria struttura di vendita on line; in secondo luogo CHL offre un servizio di orientamento e test su nuovi prodotti, con feedback rapidi e indagini che possono essere mirate anche su user molto esigenti: la community di CHL è in effetti interessante perché ampia e segmentabile.

E-WORKS è una Internet Company fondata a Modena nel febbraio del 1999, operante nel mercato del Multimedia Over IP, e focalizza la sua attività nel design di servizi, applicazioni e contenuti audio-video per il web. E’ specializzata nello sviluppo di applicazioni video per il web, offre il servizio a portali e ISP in outsourcing, ed e’al lavoro per nuovi sviluppi di questa applicazione.
Il leader e fondatore, Stefano Spattini, ha ideato un format audio-video di TV in posta elettronica, pocketTV, prodotto per la Regione Emilia-Romagna ed oggi disponibile al sito www.erpockettv.com.
Stefano Spattini, Presidente e Amministratore, e Romolo Ferorelli Vice-Presidente e cofondatore, hanno guidato E-WORKS allo sviluppo di soluzioni innovative audio-video nell’ambito del webcasting e della messaggistica.

Menu
Back To Top