skip to Main Content

Firenze, 24 luglio 2000

CHL: fatturato 1° semestre 2000 a oltre 87 miliardi di lire. Il fatturato
dell’anno 1999 era stato di 84,5 miliardi di lire.

Una media mensile di 550.000 visitatori ed un totale di 150.000 clienti confermano la leadership dell’azienda fiorentina.

CHL, punto di riferimento in Italia nel mercato e-commerce B2C e nella gestione di marketplace B2B nel mondo dell’ICT, ha chiuso il preconsuntivo del primo semestre del 2000 con un fatturato di oltre 87 miliardi di lire, che consente di superare in soli sei mesi il fatturato registrato nel corso di tutto l’anno 1999, pari a 84,5 miliardi di lire.

La presenza sul sito di contenuti e servizi innovativi – quali il recente Videoposta per inviare e ricevere messaggi video via web o la possibilità di inviare gratuitamente fax e SMS – ha contribuito a portare a circa 550.000 la media mensile dei visitatori e a un totale di oltre 150.000 clienti, confermando la leadership italiana di CHL nel settore dell’e-commerce. Sale inoltre a 800.000 il numero medio delle pagine visitate giornalmente dai navigatori e a 14 i minuti trascorsi sul sito per collegamento da ogni visitatore.

“In un mercato quale quello italiano che sta entrando, con cauto entusiasmo, nell’era del commercio elettronico – ha affermato Stefano Bargagni, fondatore e presidente di CHL – la nostra azienda si pone come un “first mover” e un innovatore nel business su Internet”.

“Il fatturato semestrale di CHL ha superato il dato annuale del 1999, a testimonianza dell’approvazione da parte della clientela della strategia perseguita dall’azienda, e cioè quella di offrire prodotti tecnologici di elevata qualità, con standard di servizio ineguagliati”.

“La nostra vocazione tecnologica ci ha permesso di sviluppare sistemi proprietari all’avanguardia – ha proseguito il presidente – che ci hanno consentito non solo di ottenere risultati di estrema soddisfazione nel settore B2C, ma anche di giocare un ruolo di rilievo nel mondo B2B, con la creazione di marketplace per aziende terze”.

“La capacità di essere vicini all’utente attraverso una presenza on-line sostenuta dalla penetrazione capillare sul territorio dei nostri punti di consulenza (Popitt e Mail Boxes) – ha concluso Bargagni – unitamente ai contenuti ed ai servizi offerti alla nostra clientela, consolidano la posizione di CHL quale portale verticale di tecnologia di riferimento in Italia”.

Menu
Back To Top